CLAUDIO PICHLER DI RIWEGA È IL NUOVO PRESIDENTE AISMT

CLAUDIO PICHLER DI RIWEGA È IL NUOVO PRESIDENTE AISMT

Completano il nuovo assetto il vicepresidente Giulio Menegatti, direttore marketing Monier Spa e alla segreteria Muriel Serres, communication manager di Icopal.

Sono stati rinnovati il 06 giugno 2017  i vertici di AISMT – Associazione Italiana Schermi e Membrane Traspiranti. Succede al presidente uscente Gabriele Nicoli, Claudio Pirchler dal 2009 direttore tecnico di Riwega.

Nel ruolo di vicepresidente è stato eletto Giulio Menegatti, direttore marketing di Monier mentre la segreteria è stata affidata a Muriel Serres, communication manager di Icopal.

«Sono orgoglioso di questo nuovo incarico all’interno dell’Associazione, di cui faccio parte dal 2009 come membro della commissione scientifica e dal 2015 come coordinatore della stessa commissione. Ringrazio i colleghi dell’Associazione per la fiducia accordatami investendomi di questo incarico. In questi anni è stato fatto un grande lavoro culminato con l’entrata in vigore nel 2013 della norma UNI 11470 “Coperture discontinue – Schermi e membrane traspiranti sintetiche – Definizione, campo di applicazione e posa in opera”, poi revisionata nel 2015. In seguito all’uscita della norma, Aismt ha contribuito a divulgarne i contenuti attraverso tre guide tecniche specifiche» ha dichiarato Claudio Pichler.

L’Associazione Italiana Schermi e Membrane Traspiranti AISMT è stata fondata nel 2008 per volontà di 5 aziende leader del settore, con l’obiettivo di regolamentare la qualità e l’impiego degli schermi e delle membrane traspiranti nelle costruzioni, per assicurare il massimo ottenimento dei vantaggi derivanti dall’utilizzo di questi prodotti.

«L’obiettivo futuro è quello di informare il mercato e il mondo della progettazione sull’importanza della qualità e durabilità degli Smt (Schermi e Membrane Traspiranti), elementi fondamentali per mantenere inalterate le prestazioni energetiche dei pacchetti coibenti delle coperture. Il primo passo sarà quello di prendere contatto con tutti gli ordini professionali, gli istituti universitari, le associazioni di categoria del settore edile e gli enti certificatori e/o di controllo per una collaborazione nella divulgazione tecnica oculata sull’importanza degli Smt. Parallelamente lavoreremo allo studio di un “Marchio di qualità” da attribuire agli SMT che presentano le caratteristiche idonee» ha aggiunto il nuovo presidente di Aismt.